Dicembre          1943    Inizia le pubblicazioni l’Unità. Tiratura 10.000 copie. Stampa nella  tipografia Genovesi alle spalle del Convento di Santa Chiara. Diretta da Velio Spano aiutato da un giovane studente di Architettura, Edoardo Vittoria. Il primo numero dal Reprint de l’Articolo supplemento napoletano de l’Unità dal 2004 al 2005.Leggi tutto

da wikipedia Ultimo dei figli di Giovanni Amendola ed Eva Kühn, è stato fin da ragazzo attivo antifascista. Nel 1937, anche seguendo l’esempio del fratello Giorgio, Pietro s’iscrive al Partito Comunista d’Italia. Nel 1940 il giovane finisce dinanzi al Tribunale speciale, che lo condanna a dieci anni di reclusione. Ne sconta tre e, grazie alla caduta del fascismo, èLeggi tutto

Febbraio     1928      E’ attiva presso casa Sereni una cellula embrionale di militanti antifascisti e comunisti. Emilio insieme al fratello Enrico pubblica un foglio clandestino, ‘l’Antifascista’. Al foglio clandestino collabora tra gli altri il giovane medico Eugenio Reale. Reale allaccia rapporti con due operai comunisti dell’Ente autonomo Volturno, Giorgio Quadro e GennaroLeggi tutto